La 'faccia' della felicità...

... non è sempre la stessa

24 aprile, 15:50
Un'espressione felice in un occidentale (a sinistra) e in un orientale (a destra) (fonte: Oliver G:B: Garrod, Pnas)
Un'espressione felice in un occidentale (a sinistra) e in un orientale (a destra) (fonte: Oliver G:B: Garrod, Pnas)

Se pensavate che la faccia della felicità, così come quella della paura, si riconoscessero facilmente, sempre e ovunque... vi sbagliate.
Insieme a sorpresa, disgusto, rabbia e tristezza, paura e felicità fanno parte delle sei emozioni da sempre considerate universali. Finora si pensava che ad ognuna di esse corrispondesse sempre la stessa faccia in qualsiasi luogo del mondo. Ma adesso un esperimento dell'Università di Glasgow, in Scozia, ha messo in dubbio l'idea che le 'facce' legate alle emozioni siano uguali in tutti i popoli del mondo.
Aiutati da un programma di grafica in 3D, i ricercatori hanno chiesto a 30 volontari (15 occidentali e 15 orientali), di riconoscere l'emozione espressa da migliaia di volti di persone provenienti da tutto il mondo.
Il risultato è che per le persone occidentali ogni 'faccia' esprime u8n'emozione diversa, mentre per gli orientali ogni espressione può esprimere più emozioni e la sua l'intensita' è nel movimento degli occhi.
Secondo alcuni la scoperta potrebbe perfino spingere a modificare gli emoticon, ossia le faccine usate nei messaggi e nelle chat per esprimere le emozioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA