Percorso:ANSA.it > Photostory Primopiano > News
Claudia Cardinale, intramontabile bellezza

Il nuovo film del maestro Manoel De Oliveira, il grande regista portoghese ancora al lavoro a 104 anni, "Gebo e l'Ombra", tratto da un testo portoghese di inizio '900 e interpretato da Claudia Cardinale, sara' alla prossima Mostra del cinema di Venezia.

Lo ha anticipato a Torino la stessa Cardinale, intervenuta all'inaugurazione della mostra fotografica di Chiara Samugheo 'Fuori dal set'. "Amo lavorare con gli esordienti - ha detto - e con maestri come De Oliveira".

L'attrice italo-tunisina è apparsa a Torino in grandissima forma. "Sto lavorando moltissimo - ha detto Claudia Cardinale - per me lo slogan è sempre non mollare mai. Prendo la forza, l'energia dal lavoro e da tutto ciò che mi circonda. Cerco di aiutare più che posso i giovani registi come Giambattista Assanti con il quale ho fatto 'Ultima fermata', Nadia Szold, autrice di 'Joy de V' e tanti altri, perché credo che il cinema giovane vada stimolato, ma amo tutti i bravi registi".

Cardinale ha ricordato Sergio Leone come "il creatore di un nuovo modo di fare cinema con le sue inquadrature sugli occhi e i suoi inimitabili primi piani". Ha poi rinnovato il suo disamore per "tutti i tipi di lifting: è bello invecchiare - ha detto - caspita, anche per le donne. Io sono sempre stata un maschiaccio, fin dall'inizio di questo bellissimo mestiere". Ha poi ricordato come Chiara Samugheo le sia stata vicina fin dai suoi albori negli anni '50. ''Non è vero che le foto rubano l'anima - ha concluso - basta vedere queste opere di Chiara, così capaci di tirare fuori l'emozione delle persone per metterla in comunicazione con chi le guarda"fotografa Chiara Samugheo e l'attrice Claudia Cardinale, al Museo del Cinema in occasione dell'inaugurazione della mostra fotografica di Samugheo, Fuori dal Set

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA