Percorso:ANSA.it > Un libro al giorno > News
La copertina del libro del giorno

'Prove per un incendio'

di Shalom Auslander

di Massimo Lomonaco

Chi e' Salomon Kugel e perche' ha paura della vita? Auslander - autore cult per il suo 'Il lamento del prepuzio', satira di quel 'meno' che pesa, anche se non c'e' piu', sui maschi ebrei - torna con un nuovo romanzo nel quale la letteratura si fa piu' densa e surreale. Il suo quasi quarantenne Salomon e' infatti un 'uomo nuovo', o almeno cosi' crede di essere da quando ha deciso di abbandonare la citta' in cui ha sempre vissuto per un oscuro paese della provincia americana, Stockton. Peccato che quella sua fiducia rischi di restare un desiderio: troppe le paure, le ansie, le ossessioni, le malattie, che si porta dentro. Basta leggere la prima pagina per rendersi conto delle sue fobie, in perfetto stile amarognolo da novello Woody Allen: ''compri una pistola - per difesa personale, dici - e quella notte resti secco per un attacco di cuore. Fai mettere il chiavistello alla porta. Sbarre alle finestre. Inferriate intorno alla casa. Telefona il dottore: 'E' cancro', dice''.

Insomma, non c'e' proprio speranza. Ma quale e' il male oscuro di Salomon? Quello che gli fa portare con se' un taccuino nel quale annota compulsivamente ''le ultime parole'', da pronunciare nel momento fatale della morte? In una parola, il peso di un passato che non gli appartiene; la storia della sua gente; la Shoah; la guerra. E - come in tutti gli scrittori ebrei che si rispettano - l'onnipresente mamma: la mitica 'yiddische mame', capace di stroncare qualsiasi uomo, non importa quanto sia forte.

Del resto se nel precedente libro, era il prepuzio a 'pesare', ora Auslander fa i conti con una realta' altrettanto 'pesante'. E ha voglia a dire, come fa immaginare al suo alter ego letterario, che ''in fondo era un ottimista. Kugel aveva un bisogno cosi' disperato che le cose andassero per il meglio,che non riusciva a smettere di pensare al peggio''. Perche' il peggio - si sa - e' sempre in agguato. Non solo la madre, attaccata alla vita come l'edera su un muro, si comporta come se fosse una superstite alle persecuzioni naziste anche se e' nata e cresciuta negli Usa,e basterebbe questo a creare qualche problema. Ma succede anche anche che a Stockton un misterioso piromane appiccichi il fuoco alle fattorie. La paura dilaga e Salomon non ama molto la paura. Ma non e' finita: una notte sente degli strani rumori in soffitta. Sale e scopre una donna anziana e malata che confessa di essersi rifugiata li' per scrivere un libro. Se ne andra' - proclama - solo quando lo avra' finito. E cosi' la storia che lui voleva fermamente tenere fuori dalla sua vita, irrompe prepotente: quella donna dice di chiamarsi Anna Frank. Sopravvissuta ai nazisti, si e' nascosta per 40 anni. Assurdo? Mica tanto: purtroppo e' proprio Salomon ad essersi ritagliato un bozzolo nel quale pensava di proteggersi. Quel bozzolo, pero', va in frantumi, sotto la spinta della realta'. Cosi' come l'incendio che il piromane - tanto temuto dal protagonista - alla fine riuscira' ad appiccare, mettendo fine, letterariamente, all'assurdita' della vita di Salomon. A torto o a ragione, difficile fare a meno della propria storia.

© Copyright ANSA - All rights reserved

Casi editoriali

  1. "2666"

    A sei anni dalla morte Roberto Bolano diventa scrittore di culto

  2. "The Father"

    Venduto in quattro Paesi e diritti film

  3. "Il suggeritore"

    182mila copie in 9 mesi per noir di Carrisi

Autori

  • Paulo Coelho

    Fra gli autori piu' conosciuti della letteratura mondiale, e' nato a Rio de Janeiro nel 1947. Le sue opere, pubblicate in piu' di 160 paesi, sono tradotte in settantuno lingue
  • Mark Twain

    E' considerato una fra le maggiori celebrita' americane del suo tempo
  • John Freeman

    Scrittore e critico letterario, ha pubblicato per The New York Times, Los Angeles Times, The Guardian e Wall Street Journal.
  • Elio Lannutti

    Giornalista e presidente dell'Adusbef dal 1987, attualmente e' senatore dell'Italia dei Valori
  • Sveva Casati Modignani

    Questo nome e' lo pseudonimo di Bice Cairati e Nullo Cantaroni, moglie e marito
  • Tiziano Scarpa

    Nato a Venezia nel 1963. Ha scritto, tra l'altro, Occhi sulla graticola, Amore, Venezia e' un pesce
  • Manlio Cancogni

    Nel dopoguerra si e' dedicato al giornalismo ed e' stato inviato speciale dell'Europeo e dell'Espresso
  • Antonio Pennacchi

    Il 'fasciocomunista' ha vinto con 133 voti il Premio Strega 2010 con 'Canale Mussolini'
  • Claudio G.Segre'

    Studioso del fascismo italiano, ha pubblicato anche 'L'Italia in Libia' e un volume di memorie
  • Olivia Lichtenstein

    E' nata e vive a Londra, ha anche lavorato come regista di serie televisive e ha prodotto alcune commedie teatrali
  • Nino Treusch

    Nato a Colonia nel 1966, vive da quattro anni a Miami. Ha trascorso parte dell'infanzia e dell'adolescenza in Italia dove si e' laureato alla Bocconi di Milano
  • Luigi Politano e Luca Ferrara

    Luigi Politano dirige il portale rivista online.com, mentre Luca Ferrara ha illustrato il libro ''Da Arkham Alle Stelle'' e ''Don Peppe Diana. Per amore del mio popolo''
  • Alberto De Martini

    Ha scritto libri sulla pubblicita', gestisce un'enoteca sul web, ha aperto un ristorante di successo e scritto canzoni per Mina.
  • Valentina Pattavina

  • Federica Sciarelli

    Giornalista del Tg3, conduce dal 2004 la popolare trasmissione 'Chi l'ha visto?'